Il tetto di Euro 20.000,00 per l'ipoteca e di Euro 120.000,00 per il pignoramento
venerdì, 10 febbraio 2017 by - 0 commenti   | dal web

L'ipoteca sulla casa può essere iscritta dall'Agente della riscossione solo per debiti superiori a Euro 20.000,00 per mancato versamento delle cartelle di pagamento. Nel caso in cui, però, il debito non superi Euro 120.000,00, l'ipoteca non può sfociare in un pignoramento. Non sempre, comunque, Equitalia procede alla vendita forzata, in quanto trattasi di una procedura costosa e lunga. Inoltre, se l'immobile su cui è iscritta l'poteca è anche l'unico di proprietà del contribuente, adibito a civile abitazione non di lusso e di residenza, esso non può mai essere pignorato anche se il debito con il Fisco supera Euro 120.000,00.

Se si vuole far togliere l'ipoteca (cancellazione dell'ipoteca) dalla casa, bisogna far scendere il debito nei confronti del Fisco al di sotto del tetto di Euro 20.000,00 pagandone, quindi, una parte anche facendo richiesta di rateizzazione. A questo punto, l'Agente della riscossione è tenuto a cancellare l'ipoteca. La stessa cosa vale per il pignoramento.



commenta questa news >>
commenti

Commenta