Quante volte durante una compravendita, l'acquirente manifesta l'intenzione di poter ottenere le chiavi prima di avere stipulato il Rogito?
martedì, 28 luglio 2020 by - 0 commenti   | mercato immobiliare

Tale interesse può dipendere molto spesso per poter avviare il prima possibile i lavori di ristrutturazione dell'immobile (soprattutto se è già libero).

Intanto, è opportuno che tale interesse venga manifestato subito al venditore ed inserito nella proposta di acquisto, ciò al fine di sottoporre al venditore tale aspetto come una delle condizioni dell'acquisto e per prevenire successive spiacevoli incomprensioni.

Si deve comunque tenere presente che il venditore rimane responsabile di ogni attività svolta nell'immobile stesso, senza al contempo ottenere il pagamento del prezzo di vendita, pertanto il promissario acquirente diviene, dal punto di vista giuridico, un detentore dell'immobile.

Al fine di soddisfare le necessità di entrambe le parti, sarà comunque opportuno formalizzare per iscritto (con apposita scrittura a latere) le modalità, le formalità e le conseguenze della consegna delle chiavi.

Se non si prevede una contropartita specifica per la consegna delle chiavi, si può stipulare un contratto di comodato o, in via alternativa, si può procedere con un contratto di locazione che prevede il pagamento di un canone. Ovviamente, in entrambi i casi, vi sarà l'assunzione di responsabilità a carico del promissario acquirente per ogni eventuale danno causato.



commenta questa news >>
commenti

Commenta