Contratto di locazione transitorio, quando si può fare

Il contratto transitorio è pensato per il locatario che ha esigenze di un’abitazione per un periodo di tempo limitato, principalmente per studio o lavoro per una durata minima di 30 giorni fino ad un massimo di 18 mesi. Questa esigenza transitoria deve essere provata attraverso una dichiarazione e apposita documentazione da allegare al contratto; se tale esigenza non viene provata, il contratto transitorio si trasforma in un contratto ordinario 4+4.

Un altro requisito riguarda il canone, in particolare, il canone di locazione deve essere concordato nei Comuni a meno che la durata della locazione non sia inferiore a 30 giorni; in questo caso non vi è neanche l’obbligo di registrazione.

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta